PRANZO: Lun-Sab dalle 12.30 alle 14.30
CENA: Lun- Sab dalle 19 alle 23
DOM chiuso • FESTIVI su prenotazione
Giardino Interno

La storia del ristorante Dal Cordaro e dei luoghi che lo circondano

Dal Cordaro nel 1928

La Trattoria Dal Cordaro nasce nel 1922 su iniziativa del capostipite della Famiglia Dori, Arcangelo. La foto qui di fianco lo ritrae diciottenne in quella che allora si chiamava semplicemente Cantina Dori. Al centro di un triangolo gastronomico e storico di Roma, incastonata fra Trastevere, Testaccio e Porta Portese, proprio sotto l’omonima Porta, la Trattoria Dal Cordaro è sempre stata sinonimo di cucina genuina nel rispetto della migliore tradizione romana. Come si vede dalla foto, il Vino dei castelli e in particolare quello di Albano, era il prodotto principale del locale, ma già si accompagnava alla cucina romana oltre al classico birra e gazzosa. Il nome attuale, risale agli anni 40 intorno alla nascita della primogenita Giuliana, per tutti noi “Zia Giuliana”, e trae origini dalla vicinanza con il Porto di Ripa Grande e dell’Arsenale Papale.

Ristorante Dal Cordaro

Proprio in mezzo a questi due punti nevralgici della città c’è la vecchia corderia, ancora oggi visibile al di là della strada uscendo dalla trattoria, utilizzata dai Maestri cordaroli per preparare le corde per le barche del Papa e per le riparazioni di quelle commerciali che approvvigionavano di ogni tipo di merce la città di Roma. Da quel momento la Trattoria Dal Cordaro diventa un punto di riferimento dei romani. La tradizione è portata avanti dal secondogenito Augusto, “Zio Augusto” per noi, che prende in mano le redini del locale del padre e con “Zia Giuliana” in cucina ne fanno un fulcro della cucina romana. Quella attuale è la terza generazione con i “nipoti” che hanno raccolto l’eredità di esperienza e tradizione e la stanno portando avanti nel terzo millennio sotto l’occhio vigile e attento degli zii. Zia Giuliana e Zia Marina le troverete sempre in cucina, nel loro mondo, a deliziare il palato degli ospiti con i migliori piatti della tradizione romana, Zio Augustarello in sala ad accompagnarci in un percorso fatto di familiarità, gusto e quella cordialità di una volta che ci auguriamo di farvi rivivere tutte le volte che ci verrete a trovare.